Header

Breadcrumb

Home  > Articolo
LOG-IN
Login


Mappa "Barocco Pugliese"

==>Multimedia

Manduria

Fonte Pliniano - Manduria

Immagine Articolo

Il Fonte Pliniano è senza dubbio uno dei monumenti più emblematici della città. Raffigurato come un pozzo dal quale spunta un albero di mandorlo, costituisce lo stemma cittadino a partire, sembra, dal XVI secolo. Deve il suo nome all'interpretazione di un passo della Naturalis Historia di Plinio il Vecchio dove il celebre storico e naturalista latino ne descriverebbe, entusiasta, le caratteristiche. Il fonte si colloca all'ingresso del Parco Archeologico di Manduria, a breve distanza dalle possenti mura megalitiche di epoca messapica e dalla necropoli coeva. Si presenta come un ambiente ipogeo di 18 metri di diametro e circa 8 metri di altezza, accessibile attraverso una rampa di scale. La luce proviene da un'apertura quadrangolare in lastroni al centro del soffitto, individuabile all'esterno da una struttura cilindrica in blocchi di pietra dal quale spunta l'alberodi mandorlo che la leggenda vuole secolare. Al centro della grotta si colloca una vasca cinta da un muro circolare che riceve l'acqua da un pozzetto quadrato collegato alla sorgente. Ad attirare l'attenzione di Plinio il Vecchio fu il fatto che, per quanta acqua si prelevi dalla vasca, il livello rimane invariato. Ciò avviene, in effetti, perché il piano di calpestio della caverna è posto al livello della falda acquifera. Il particolare gioco di luci che illumina il fonte e la nuda roccia delle pareti, contribuisce a creare un'atmosfera magica e surreale.

Bibliografia

Zizzi, P. (1976), Puglia. Paesi, uomini e cose, Fasano Schena.
Daquino, C. (1999), I Messapi. Il Salento prima di Roma, Cavallino, Capone Editore.

Altri articoli