Header

Breadcrumb

Home  > Articolo
LOG-IN
Login


Mappa "Barocco Pugliese"

==>Multimedia

Locorotondo

Il Trullo Marziolla - Locorotondo

Immagine Articolo
Il trullo Marziolla è il più antico della Valle d'Itria di cui si conosce la data di costruzione. Essa è riportata sull'architrave della porta di ingresso e segna “1559”. Si trova in contrada Marziolla sulla via che da Locortondo conduce in località San Marco.
Le caratteristiche principali del trullo sono la sua singolare costruzione e l'immensa mole che lo racchiude. È interamente costruito a secco con pietre molto frastagliate. Presenta una pianta circolare e si erge per un'altezza di circa 5,15 metri in chiave. La sua pianta è avvolta da un ulteriore perimetro esterno (molto cresciuto) fatto da un accumulo di pietrame. Molto probabilmente i contadini nel corso dei secoli hanno addossato alla parete circolare del trullo il materiale lapideo di scarto dei campi adiacenti dato che il suolo del trullo non si prestava a nessun tipo di piantumazione agricola. Secondo la memoria storica pare che questo enorme accumulo di pietre, quasi fosse una spechia, sia antecedente al 1800.
Una seconda ipotesi, a proposito dell'accumulo di pietre esterne, sostiene che si sia voluto creare un muro di contrafforte attorno alla pianta circolare perché questa rischiava di spanciare.
All'interno del trullo è visibile una mangiatoia bassa e quattro nicchie usate come piani di appoggio. Sulla muratura ci sono sei fori ortogonali che fanno pensare alla disposizione di un tavolato fra la base e la cupola.
Il trullo era usato come ambiente comune dai contadini che coltivavano i vigneti antistanti; ciò è dimostrato dal fatto che vicino al trullo c'è un palmento all'aperto su un lastricato naturale di pietra. Si intravedono, vicino al trullo, un incavo di sostegno del torchio, delle conche e dei piccoli canali che convogliavano il mostro verso una cisterna.

Informazioni

Il trullo si trova in una proprietà privata. La visita guidata è possibile previo contatto telefonico al numero 329-3824187.

Bibliografia

Mongiello, L. (1996) Masserie di Puglia, Bari, Adda editore.