Header

Breadcrumb

Home  > Articolo
LOG-IN
Login


Mappa "Barocco Pugliese"

==>Multimedia

Turi

Chiesa di santa Chiara - Turi

Immagine Articolo

La chiesa fu costruita nel 1623 per volontà dei fratelli Elia e Vittorio De Vittore. Tra la fine del 1948 e l'inizio del 1949 iniziarono dei lavori di restauro che furono condotti in maniera incauta tanto da provocare la caduta dell'intera volta, a seguito di un'abbondante nevicata. A questo punto intervenne la Sopraintendenza ai beni culturali che la restaurò in modo eccellente e la riaprì al culto nel dicembre del 1954. E' un ambiente rettangolare con volta a botte. In fondo alla navata vi è la pala dell'altare che rappresenta la morte di santa Chiara inserita in una ricca cornice marmorea policromata che si conclude in alto con un timpano tondeggiante, caratteristico del Settecento. La tela in basso a sinistra reca la firma di Carlo Amalfi, pittore campano noto come ritrattista, e la data 1771. Questa sembra essere l'unica opera dell'artista presenta in Puglia. È rappresentata la Santa sul letto di morte circondata da confratelli e consorelle tra i quali è facile riconoscere la sorella Agnese e il suo biografo, Tommaso da Celano, seduto con un libro aperto sulle gambe. In alto, su di una nuvola, ci sono le figure della Trinità che assistono alla morte. La tela appare in alto tagliata indicando che in principio era di forma rettangolare. Sulla volta vi è un dipinto raffigurante santa Chiara che mette in fuga i Saraceni dalla Chiesa di s. Damiano ad Assisi. L'opera fu gravemente danneggiata con la caduta della volta nel 1949 e si presenta come una copia modesta, realizzata dal pittore Fedele Fischietti, di una tela presente nella chiesa di s. Chiara a Napoli. Ai lati dell'altare maggiore, nelle prime nicchie ci sono due opere attribuite al pittore Samuele Tatulli: la Natività, caratterizzata dalla presenza di san Marco, e la Crocifissione, caratterizzata dalla presenza di san Giovanni.

Informazioni

 

 

Bibliografia

Lions club (1983), Itinerario turistico pugliese: Conversano, Casamassima, Noicattaro, Rutigliano, Turi, Fasano, Editore Schena.

Lerede, G. (1998), La pittura sacra a Turi tra Barocco e Rococò (1600-1700) in Centro studi di storia e cultura di Turi, quaderno 1 luglio 1998, Fasano, Editore Schena.