Header

Breadcrumb

Home  > Articolo
LOG-IN
Login


Mappa "Barocco Pugliese"

==>Multimedia

Martina Franca

L'antica chiesa della Sanità - Martina Franca

Immagine Articolo
L’antica chiesetta della Madonna della Sanità si colloca sulla via per Villa Castelli affianco alla moderna chiesa della Sanità divenuta santuario mariano.
L’attuale santuario fu edificato nel 1942 accanto all’antica chiesetta della Madonna del Soccorso, essendo questa troppo piccola per la comunità martinese che si stava estendendo in quella zona della città. Ma soprattutto perché nel 1940 la Madonna della Sanità fu proclamata dalla Santa Congregazione dei Riti compatrona di Martina e per questo si ritenne opportuno costruire un nuovo luogo di culto. La festa della Madonna della Sanità si festeggia il sabato precedente la seconda domenica di maggio.
L’antica chiesetta della Sanità risale al XVII - XVIII secolo e oggi è completamente abbandonata. In questa antica cappella era presente un affresco, dipinto con olio di noce su intonaco, attribuito al Domenico Carella nel XVIII secolo e raffigurante la Madonna del Soccorso. Nel 1942 iniziò, di fianco l’antica chiesetta, la costruzione del moderno edificio del Santuario della Sanità, e fu allora che l’affresco fu traslato dal pittore martinese Franco Messia (vi è il riferimento sull’angolo in basso a destra dell’affresco) dalla primitiva chiesa per essere collocato sull’altare maggiore della nuova struttura. L’affresco, restaurato recentissimamente, raffigura la Madonna con il Bambino e ai suoi piedi un gruppo di ammalati che attendono la grazia dalla Vergine.
L’antica chiesetta è a pianta rettangolare con la volta coperta da un tetto a due falde in pietra. L’interno non conserva nessuna testimonianza artistica. La facciata è molto lineare: presenta un portale lunettato, un piccolo rosone con un elegante motivo mistilineo in pietra, un campanile a vela e dei fiaccoloni appena abbozzati.

Informazioni

La chiesetta antica è sempre chiusa.

Bibliografia

Anomato (ristampa 1998), Prosequimento della storia di Martina dall’anno 1745 - Opera di un Anomato cittadino di essa, Edizioni Umanesimo della Pietra, Martina Franca (Ta).
Gentile, T. (2000), Echi del Giubileo a Martina Franca, Fasano (Br), Grafischena.